lunedì 15 novembre 2010

12camp: workshop per camminare sui tacchi!


All'interno del nuovo concept store di Bari My tea cup,di cui vi ho parlato nel post precedente, sabato pomeriggio si è tenuto 12 camp, il workshop tenuto da Vera di sporablog.com per imparare a camminare sui tacchi con il giusto portamento.


Vera ci spiega con una serie di diapositive che bisogna scegliere con molta cura e attenzione le nostre scarpine: un modello sbagliato, un tacco fuori asse o punte troppo strette possono causare seri danni sia ai nostri piedi che alla nostra postura. E allora meglio scegliere un paio di un numero in più e tenere sempre con sè i cuscinetti in silicone Party Feet e i cerottini Compeed, che hanno una goccia di anestetizzante.


Dopo la teoria, la pratica: una passeggiata per via Sparano, la via principale di Bari, dall'alto dei nostri trampoli con addosso i camici dello sponsor Elizabeth Arden.


 Al ritorno, l'esame: una sfilata con tanto di giuria severissima che ha decretato le 4 vincitrici, ovvero le ragazze in grado di portare i tacchi con maggior disinvoltura e stile. Alle prime 4 vincitrici è andato in premio un kit di prodotti Elizabeth Arden e la prima classificata si è aggiudicata anche una bambola Mua Mua.


A tutte noi che abbiamo partecipato Vera ha distribuito alla fine il mitico Patentino Twelve, ovvero il permesso di aleggiare sui tacchi, e il Twelvecalogo, un resoconto dei consigli dispensatici nel corso della lezione per portare i tacchi nella maniera migliore.



Ecco i consigli:
1) Prendere sempre un numero in più per evitare la punta stretta. Anche i collants di una taglia in più.



2) Controllare il piombo del tacco prima di acquistare, se è fuori asse chiedere sorridenti un altro paio.


3) Risuolare le scarpe nuove (con antisciovolo!), sorvegliare i gommini.


4) Scarpe chiuse o sandali a lacci multipli sono più stabili. Zeppe per le principianti.


5) Non prendere mai un tacco al di sopra delle nostre possibilità: capire fin dove possiamo andare mantenendo una camminata elegante e disinvolta. Il plateau aiuta e salvaguarda i metatarsi.


6) Farsi fare dei plantari su misura dal podologo/a per le scarpe chiuse, e provare le scarpe nuove e chiuse CON.


7) Party feet se la scarpa non ammette il plantare (sandalo, peep toe)


8) Alternare le scarpe tutti i giorni, altrimenti si vendicano!


9) Testa alta, su col mento, schiena dritta, spalle indietro e giù, braccia relax, addominali dinamici, ginocchio teso, caviglia mobile. Oscillazioni orizzontali solo dalla vita in giù.


10) Spray idrorepellente per il camoscio, pasta o cera per il cuoio: non usare mai quei liquidini con la spugnetta!


11) Calze contenitive a letto per evitare gambe gonfie.


12) Allenare tutti i giorni le articolazioni del piede e il tendine camminando con delle scarpe da ginnastica o delle Birkenstock. Fare stretching e yoga per alleviare i dolori vertebrali. Limare le callosità, idratare e applicare lo smaltino.
ma soprattutto: SIATE NATURALI E SORRIDETE!
 
Perchè, come dice Vera, i tacchi li mettiamo per "fare le fighe", non per soffrire!
 
Per info: www.12camp.net

5 commenti:

  1. Che bella recensione, grazie Voguette!

    RispondiElimina
  2. grazie a te Vera, è stata un'esperienza fantastica, utile e divertente. Spero si possa ripetere al più presto!!!

    RispondiElimina
  3. Che idea casina. Andare in giro però con quel camice non l'avrei fatto per nulla al mondo!

    RispondiElimina
  4. ma che blog carino, è davvero originale!!!
    complimenti, tornerò di nuovo a trovarti!!!
    a presto
    ciaooooooooooooooo

    RispondiElimina
  5. eheh rano quella è stata, forse, la parte più divertente. Dovevi vedere come ci guardava la gente :D
    Grazie Sgt.Pepper!!Mi fa davvero piacere!!:)

    RispondiElimina